UA-97087501-1

Felicità? Potrebbe essere più semplice di quanto tu creda trovarla..

Lo scopo ultimo della nostra esistenza dovrebbe essere proprio questo, la ricerca della felicità.

 

Un buon aiuto in questa ricerca potrebbe arrivare dl definire correttamente cos’è la felicità e come noi guardiamo ad essa…

 

“Le persone non sono disturbati dalle cose, ma dal punto di vista che hanno sulle stesse.”

 

Il punto di vista e le aspettative sono molto semplici da spiegare con un esempio base:

Devi comprare un prodotto; ti aspetti che costi 100€; arrivi al negozio e scopri che ne costa solo 70€, FELICITÁ!

All’opposto, ti aspetti che il prodotto costi 30 €, arrivi al negozio e il prodotto costa sempre 70 € TRISTEZZA, RABBIA etc etc

 

Il prezzo del prodotto però non è cambiato, è la tua aspettativa, il tuo punto di vista ad essere diverso…

Gli psicologi hanno studiato queste aspettative, in particolare il Dottor Albert Ellis, il quale si può probabilmente definire come il maggior luminare sull’argomento.

 

Cosa dice il Dottor Ellis riguardo alla felicità?

“Le convinzioni sono ciò che causa la maggior parte della tua infelicità, la rabbia e l’ansia”.

Il problema è che alcune di queste credenze sono subdole.

Non ti rendi nemmeno conto di averle; anzi, sei ASSOLUTISSIMAMENTE certo che le stesse non fanno per niente parte del tuo bagaglio culturale.

 

Eppure, le stesse sono lì ed ostacolano la tua ricerca della felicità.

 

Ecco le 4 credenze più comuni che ostacolano la tua felicità e come bypassarle:

  • Questo non dovrebbe accadere

Tutto il mondo dovrebbe girare e comportarsi come noi abbiamo pensato più o meno coscientemente vero?

Purtroppo non è così, le persone e le cose hanno dinamiche più o meno consce che li possono portare in tutt’altra direzione…

Se davvero si crede che il mondo non è sempre stato giusto, ed il mondo si è comportato proprio così, questo non vuol dire che solo perché la realtà ha incontrato le aspettative questo debba essere uno standard.

Allo stesso modo, la nostra narrazione interna, a volte, molte volte potrebbe differire in maniera anche evidente da come si comporterà il mondo.

Ancora una volta, questo non sarà mai uno standard.

 

Quindi la prossima volta che ti stai arrabbiando perché “queste cose non dovrebbero accadere”, prova a fare così:

 

Identifica la convinzione alla base del tuo pensiero: credo che la vita sia ingiusta e non mi stia trattando in modo equo?

Discuti la tua convinzione: la mia è una convinzione razionale? Suggerimento, NO.

Sostituiscila: quale potrebbe essere un risultato accettabile?

 

Certo, il mondo non si piegherà di fronte al tuo pensiero, ma rendere lo stesso più leggero ti può aiutare ad innalzare il tuo livello di felicità.

 

 

  • Devo essere perfetto.

 

“Non devo fallire i miei compiti importanti, se ciò avviene sarà terribili e non riuscirò a sopportarlo”.

 

Anche in questo caso, questa è una convinzione di fondo che può essere molto problematica per la nostra felicità.

Sei umano? Se sì, allora sarai soggetto ad errore.

 

Anche la ricerca della soluzione perfetta porterà spesso ad altre problematiche, come la stagnazione e la frustrazione.

Persevera, fai del tuo meglio, cerca di migliorare sempre, ma alla fine porta a termine il tuo compito senza procrastinare.

Spesso già solo eliminando questa ricerca spasmodica alla perfezione, autoimposta e spesso non necessaria, sarà molto più semplice consegnare il risultato e “raggiungere la felicità”.

 

 

  • Dovrei preoccuparmi di questo

 

“Se mi preoccuperò in maniera ossessiva per gli eventi imminenti o per l’opinione altrui, le cose andranno sicuramente meglio”.

 

Ammettilo, già solo leggerla fa un po’ ridere; però spesso questa convinzione la applichiamo veramente; ci preoccupiamo per niente e pensiamo addirittura di non esserci preoccupati abbastanza…

 

A volte pensiamo che l’ansia e la preoccupazione continua siano un mantra, una formula magica che ci avvicinerà ai nostri risultati.

Come risolvere e dare spazio alla meritata felicità?

Combatti questa preoccupazione sostituendola con la pianificazione schedulata.

 

Cosa voglio dare?

Stabilisci un periodo di tempo in cui ti preoccuperai di tutto; terminato quel periodo, le preoccupazioni dovranno essere archiviate e dimenticate.

Lo so, forse è più facile da dirsi che da farsi, ma visto che l’eliminazione completa è praticamente impossibile, questa potrebbe essere una buona soluzione per “contenere il danno”.

 

è sempre tempo per la felicità

Qual’è il tempo corretto per la felicità?

  • È a causa del mio passato.

 

“E colpa del mio passato e di tutte le cose terribili che mi sono successe quando ero un bambino o nel mio ultimo rapporto o nel mio ultimo lavoro che mi fa sentire e agire in questo modo.”

Noi facciamo degli errori – spesso gli stessi più e più volte – e diciamo che è a causa di cattivi genitori. O perché siamo stati presi in giro al liceo. O perché abbiamo frequentato le persone sbagliate.

 

Sì, il Dottor Ellis ha riconosciuto che esistono alcuni traumi che lasciano conseguenze durature, ma molte persone accettano di buon grado che loro piccoli problemi avvenuti in passato facciano ancora parte della loro identità e per questo non provano nemmeno a correggerli…

Non c’è dubbio che le nostre esperienze passate hanno il potenziale di influenzare notevolmente il nostro comportamento attuale, se glielo lasciamo fare …

Eventi passati non diventerà meno reale o validi; Non possiamo cambiare l’accaduto di quegli eventi. Possiamo, tuttavia, con forza cambiare il modo in cui pensiamo di loro.

Nella maggior parte dei casi non è che l’evento passato ha causato danni irreparabili; è che lo stesso sta ancora proiettando una credenza irrazionale su sé stessi che porta all’accettazione senza minima messa in discussione.

 

Anche se noi siamo cambiati ed il nostro contesto ed ambiente pure, continuiamo ad aggrapparci a questa convinzione obsoleta, cercando anche a volte di trovare segnali che ci confermino che stiamo ripetendo quell’esperienza.

A causa di come le nostre credenze sono impostate, spesso notiamo in maniera molto maggiore segnali e sensazioni che ci riportano alla condizione passata, escludendo i segnali diversi e positivi.

 

Questa convinzione è la più difficile da combattere e sconfiggere, ma forse un po’ di auto analisi può aiutare.

La cosa migliore da fare è ritagliarsi un po’ di tempo per elencare tutti gli eventi che confermano questa convinzione.

Fatto questo, da solo o in compagna di una persona cara, è necessario trovare die contro argomenti a ciascuno degli eventi negativi.
Solo sostituendo la negatività con la positività sarà possibile sconfiggere questa convinzione e trovare la felicità meritata.

 

 

Felicità, perché dovresti davvero cercarla

 

La felicità è come quell’ingrediente che trasforma un piatto mangiabile in una preparazione fondamentale; magari ne basta poca ma ci vuole ed il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di perseguirla ogni giorno.

La felicità spesso viene dalle piccole cose e dai nostri schemi mentali e convinzioni; proviamo a lavorare quindi anche su quelle al fine di ottenere la felicità che meritiamo.

 

E tu come sei messo a felicità?

Se sei già felice hai voglia di raccontarci i tuoi pensieri e le tue convinzioni?

 

Vuoi innalzare un pò la mia di felicità? Iscriviti alla mia newsletter e/o completa il sondaggio, non ti costa niente, ma elargirai grande felicità!

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/felicita/

Miglioramento rapido? Compito semplice se applichi i 14 capisaldi creati da Grant Cardone

Uno scopo tra i più alti della vita umana è quello di migliorare continuamente, in ogni ambito della vita, ma esiste un modo per ottenere un miglioramento rapido e duraturo?

 

Secondo Grant Cardone sì, e sarà possibile farlo applicando i suoi princìpi.

 

Chi è Grant Cardone?

A differenza di molti altri guru della crescita americana Grant Cardone ha davvero realizzato tutto quello che dice.

Grant Cardone è una stella luminosa dell’imprenditorialità e della crescita personale d’oltre oceano.

Oratore a livello internazionale, scrittore, personaggio influente sui social media e grandissimo venditore, Grant Cardone potrebbe davvero diventare un mentore per molte persone che aspirano ad ottenere un miglioramento rapido e duraturo nei vari aspetti della loro vita.

 

Prima di tuffarti nelle indicazioni di Grant Cardone per un miglioramento rapido, cosa ne dici di iscriverti alla nostra newsletter? L’iscrizione alla stessa è il modo più semplice per non perdere nemmeno un articolo ed ottenere tutti i contenuti riservati agli iscritti…

 

Ok, fatto? Perfetto, grazie, procediamo!

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/miglioramento-rapido/

Biografia di Leonardo; dovresti leggerla? Ecco cosa ne pensiamo noi…

Leggere biografie spesso è un ottimo modo per passare il tempo in maniera istruttiva; dalla vita e delle opere dei grandi del passato e del presente di possono imparare grandi lezioni, ancora di più se la biografia è di uno dei più grandi personaggi del passato; ecco a voi la biografia di Leonardo.

 

Tra gli autori di biografie, sicuramente uno dei migliori, se non il migliore è sicuramente Walter Isaacson, già autore, oltre alla biografia di Leonardo, anche di quelle di Albert Einstein, Benjamin Franklin e Steve Jobs.

 

Una volta che avrai provato il volo, camminerai per sempre sulla terra con gli occhi rivolti al cielo, dove sei stato e dove sempre vorrai tornare.

Leonardo Da Vinci.

 

Di cosa parla la biografia di Leonardo?

Leonardi da Vinci è uno degli artisti di punta del rinascimento, stratega, inventore, pittore, dotato di ingegno e grande etica del lavoro è sicuramente un simbolo italiano di cui essere fieri.

La biografia di Leonardo è un “tomo” impegnativo, come tutti i libri di Walter Isaacson, ma come tutte le sue altre opere ne vale davvero la pena.

Biografia di Lronardo, cover

La copertrina della biografia di Leonardo

Non hai ancora tempo per leggere tutta la biografia di Leonardo?

Potresti partire dal riassunto su Blinkist come ho fatto io (probabilmente poi farai come me e questo passaggio aumenterà solamente la tua voglia di leggere il libro completo), oppure partire leggendo quelli che per sono tre dei concetti più importanti estrapolabili dalla lettura della biografia di Leonardo.

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/libri/biografia-di-leonardo/

Prima impressione, fai che sia positiva con questi 8 consigli!

La prima impressione è davvero così importante? I primi secondi sono davvero fondamentali e influenzano tutto il resto del rapporto?

 

Quante volte ti è capitato di giudicare una persona dalla “confezione”?

E quante altre sei stato tu stesso vittima di una prima impressione sbagliata, magari venendo colto in fallo da qualcuno mentre stai facendo qualcosa di stupido, sbagliato o non voluto, venendo beccato proprio in quel momento da una persona che non ti conosce o che volevi impressionare in maniera positiva?

Magari sei stato perfetto per tutto il tempo, poi, è bastato un attimo di distrazione o di rilassamento, ti sei “smollato” un attimo e proprio in quel momento è passato il tuo partner ideale, il tuo nuovo capo o quel cliente che stavi cercando di conquistare da tempo?

 

Ci sono alcuni momenti in cui la prima impressione è più importante di altri, come ad esempio:

  • Quando sei ad un per il lavoro dei tuoi sogni.
  • Quando incontri la famiglia del tuo partner o la sua compagnia di amici
  • Quando incontri colui/colei che desidereresti avere come partner
  • Quando incontri un potenziale partner commerciale per la tua azienda.

 

In tutto questi momenti, ed in molti altri la prima impressione può essere cruciale; una frazione di secondo che stabilisce una sensazione che farà da primo punto di riferimento fino a venire confermata o cancellata definitivamente.

Che cosa puoi fare per creare in modo affidabile un’ottima prima impressione con quasi tutti quelli che incontri?

prima impressione

Come fare un ottima prima impressione

Ecco qua la lista definitiva delle cose da fare per un’ottima prima impressione (Nota: per la quasi totalità sono azioni “preventive” da svolgere ben prima del fatidico incontro…)

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/prima-impressione/

Insonnia? Se hai problemi ad addormentarti prova la tecnica 4-7-8

L’insonnia potrebbe sembrare un tema marginale per un blog incentrato sulla crescita personale, ma non lo è per niente, perché dalla qualità del nostro sonno dipende anche in maniera importante quanto sarà produttiva la nostra giornata.

Non è il momento di disquisire su quante ore sia necessario dormire.

Ogni persona ha un adeguato feedback e “storico” per sapere di quante ore di sonno ha bisogno, il problema spesso è quello di trasformare la quantità in qualità.

Operazione possibile combattendo l’insonnia, condizione episodica o più frequente che non ci permette di dormire.

insonnia

insonnia

Problemi di insonnia? Prova una soluzione naturale

Se ti capita di passare buona parte della notte rigirandoti nel letto a contare le pecorelle o semplicemente anelando un po’ di meritato sonno questa tecnica potrebbe davvero funzionare.

Questo sistema, che punta ad addormentarsi in poco tempo è sempre più sulla bocca di tutti, dai professionisti del settore ad utenti comuni che lo consigliano sempre più spesso.

 

Innanzitutto, cos’è l’insonnia?

L’insonnia è un disturbo nel sonno consistente nell’incapacità di addormentarsi, anche in condizioni in cui il nostro corpo ne ha veramente bisogno.

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/un-millimetro/insonnia/

Obiettivo definito, perché è così importante per arrivare al risultato

Avere un obiettivo definito (il goal) ed un programma in varie fasi per raggiungerlo è un passo fondamentale per la realizzazione di un risultato.

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/obiettivo-definito/

Paura: ok, ma fai comunque quello che devi per aumentare la tua fiducia

La provi ogni volta che valuti un cambiamento; sia che tu stia affrontando la sfida di un nuovo lavoro, un nuovo impegno personale o professionale o una modifica importante nelle tue abitudini, eccola lì che si affaccia, è la paura, colei che appare per tenerti al sicuro, nemica del cambiamento e fedele alleata e “figlia” del cervello rettiliano.

 

É perfettamente normale sentire e provare paura di fronte ad un cambiamento; saremmo degli sciocchi e degli sprovveduti se così non fosse.

Però questo cambiamento lo dobbiamo analizzare, studiare, capire e combattere, non farci inchiodare dallo stesso in una situazione stagnante che potrebbe apparire rosea al momento ma non stabile e per sempre.

 

Mi sono reso conto che potevo sentire la paura e farlo comunque … devi abbracciare la paura e il fallimento, è l’unico modo in cui lo straordinario è reso reale”.

Jessica Di Lullo

 

Stay Hungry, Stay Foolish” (Siate affamati, Siate folli)

Steve Jobs

 

Ci vuole certamente un pò di follia per abbracciare la paura ed il fallimento ed essere ancora pronti a renderlo reale, ma ciò è possibile e necessario se si vuole crescere e progredire.

 

Combatti la paura con questi suggerimenti:

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/paura/

Il Successo e la sveglia al mattino presto sono collegate?

Sembra sempre di più che esista una correlazione tra l’iniziare la giornata in maniera produttiva ed il successo nella stessa e nella vita.

Magari è solo una suggestione, ma sembra che chi alla mattina si sveglia produttivo e con una routine ben impostata possa ottenere più facilmente “il successo“.

É davvero così?

Non ci sono ancora studi che lo dimostrino in maniera scientifica, ma pare che ci sia una certa correlazione tra una routine mattutina che funziona ed il successo.

Quindi, quali sono le 6 cose che fanno le persone che bramano o hanno ottenuto il successo prima delle 9 di mattina?

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/il-successo/

Fitness per il tuo cervello: il piano definitivo per tenerlo in forma.

Ti hanno spiegato tutto riguardo all’esercizio fisico, la salute del cuore e degli organi, ma riguardo al fitness per il tuo cervello?

Abbiamo una routine di allenamento per tutto, andiamo (o dovremmo andare) tre volte alla settimana in palestra; ci alimentiamo in maniera corretta per il nostro cuore tramite una dieta varia ed equilibrata, ma cosa facciamo per il nostro cervello?

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/fitness-per-il-tuo-cervello-il-piano-definitivo-per-tenerlo-in-forma/

Gestione del personale dolce, come la Nutella Ferrero

É una delle realtà imprenditoriali più famose d’ Italia nel mondo; proprietaria di alcuni marchi commerciali conosciuti dovunque; parliamo ovviamente di Ferrero, non solo per la sua buonissima Nutella ma per le sue linee guida di gestione del personale.

Attenzione, non la solita lista perfetta solo per le grandi aziende ed i grandi imprenditori, ma un vademecum perfetto per chiunque abbia l’esigenza e la volontà di collaborare, intessere relazioni ed accrescerle.

 

La gestione del personale “dolce”

Perchè in un sito come il nostro parliamo di un industria dolciaria?
Perchè la Ferrero è una delle realtà imprenditoriali più forti in Italia, grazie ad un piano di crescita ambizioso, un ottimo marketing ed un piano di crescita pressochè perfetto.

Grandi marchi creati e sostenuti, sviluppo a livello europeo ed industriale, acquisizioni strategiche (è di pochi giorni fa l’acquisto da parte del gruppo Ferrero del business dei biscotti e snack alla frutta e dei gelati di Kellogg Company).

 

La gestione del personale come base di sviluppo

Dietro un azienda ed una crescita perfetta è pressochè necessario che ci sia anche una gestione del personale lungimirante e premiante e finalmente da poco il segreto è venuto alla luce (no, non è la formula della Nutella…).

 

La gestione del personale, una lunga storia

La gestione del personale nel gruppo Ferrero parte direttamente dal suo fondatore e principale artefice, Michele Ferrero che ha plasmato la sua creatura in ogni dettaglio.
Oltre 40 anni fa Michele Ferrero scrisse ai responsabili da lui nominati elencando le norme guida del personale. Un documento che la Gazzetta di Alba, settimanale della città dove la favola dei Ferrero ha preso vita, ha scoperto e pubblicato nelle scorse settimane.

 

Un documento per la gestione del personale che apre con una frase che ne fa da frontespizio e simbolo:

 “Quando parli con un individuo ricorda: anche lui è importante”.

 

Ecco qua di seguito i 17 punti per la gestione del personale secondo Michele Ferrero:

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/lavorare-meglio/gestione-del-personale/