UA-97087501-1

Migliorare se stessi? Ecco le 24 ore ideali per una via più sana secondo gli esperti:

Perchè non provare a migliorare un pò ogni giorno? Potresti farlo usando al meglio il tuo tempo, seguendo ad esempio questa routine…

Il benessere e lo star bene vengono sempre un po’ considerati come scontati; ci accorgiamo di quanto siano importanti quando ci vengono a mancare, quando ci svegliamo la mattina scarichi, quando realizziamo di aver concluso poco o addirittura niente.

 

C’è comunque una soluzione per ovviare al problema ancor prima che si presenti…consiste nel seguire un piano, un programma giornaliero che ottimizzi al massimo la nostra vitalità, le nostre prestazioni e ci permetta di migliorare.

 

Quello che segue è un piano ideale per una vita migliore, non dovrai seguirlo nella sua interezza sempre, (che noia!) ma già solo estrapolare qualche suggerimento ed applicarlo ti porterà ad ottenere un gran miglioramento!

Migliorare e festeggiare!

Arrivare a sera e festeggiare quanto fatto, anche questo è migliorare ogni giorno!

Pronti, via! Sincronizziamo gli orologi e puntiamo a migliorare!

6:00                 Alzati

Alzati e risplendi! Dai che c’è il sole!

Se è estate apri subito le finestre, la luce naturale farà benissimo al tuo organismo! Migliorare fin dalla prima azione quotidiana dà sempre una bella spinta!

Come, giornata nuvolosa o stagione non adatta?

Valuta l’acquisto di una sveglia con day-light alarm, simulazione di alba e luce solare sul tuo comodino!

 

6:15                 Ringrazia

Scegli due o tre cose, grandi o piccole, per le quali essere grato – sarai sorpreso di scoprire che questa attività annulla gran parte della tua ansia per il giorno in arrivo.

Non hai due o tre cose di cui essere grato?

No, non ci credo!

Non pensare che debbano sempre essere cose gigantesche, monetarie o rapporti familiari molto stretti; si può essere garti anche solo per essere vivi, avere un tetto sopra la testa, un lavoro, il caffè caldo, l’acqua corrente e l’energia elettrica e tante altre cose che diamo spesso per scontate!

 

6:30                 Muoviti

Fai un po’ di esercizio, come un po’ di yoga leggero o un’attività più ambiziosa per svegliare il metabolismo; una camminata o una corsetta se hai voglia di aria aperta, un po’ di esercizi se preferisci stare al chiuso.

Poi fai colazione.

Un frullato di proteine, farina d’avena, yogurt greco o uova (sode è meglio quando sei in movimento) ti permetterà di arrivare senza problemi fino all’ora di pranzo.

 

8:00                 Inizia

Usa il tuo tempo da pendolare!

Anche bus, tram, metro o viaggio in auto possono essere utili per fare qualcosa di produttivo; via libera a podcast, audiolibri o programmi di notizie.

Oppure (se non sei tu quello al volante) leggi qualcosa (io uso un kindle ed ho sempre tutti i libri con me) o fai due chiacchere con qualcuno.

 

8:30, 9:00        Mettiti al lavoro

Sei arrivato, adesso subito sotto.

Organizza il tuo flusso di lavoro per il giorno, dai la massima priorità ai tuoi compiti fondamentali, utilizzando la matrice di Eisenhower per definire le tue priorità, una todolist per eseguirle ed un sistema tipo la tecnica del pomodoro per portarle a fondo senza intoppi.

Bando a social network e siti di news, è tempo di lavorare!

 

12:00               Fai rifornimento

Migliorare con i cibi giusti

Il “carburante” incide tantissimo nelle prestazioni del mezzo (noi stessi 😉

Usa l’ora di pranzo (non importa quanto corta possa essere) per rifornire non solo il tuo corpo ma anche la tua mente: riprendi il materiale di ascolto o di lettura che hai interrotto durante il tragitto mattutino, o applicato in una sessione di meditazione veloce.

Se hai tempo e voglia potresti usare questo tempo anche per cercare di creare un piccolo side business.

Oppure, se sei un estroverso, trascorri quel tempo interagendo con i colleghi, aumentando ulteriormente i tuoi livelli di energia.

Qualsiasi scelta farai ricordati di optare per un pasto sano e leggero, quindi massima priorità a verdure, frutta, legumi o carni leggere, il migliorare passa anche dal “carburante” che ingeriamo!

Pizza e birra lasciamolo per il sabato sera.

 

15:00               Il primo crollo

Il crollo del tardo pomeriggio è fin troppo reale, ma non c’è motivo di partire sconfitti!

Invece di cercare uno snack zuccherino o una bibita energetica, fai una pausa e fai una passeggiata, anche se solamente attraverso l’ufficio.

Se le tue voglie sono semplicemente troppo forti, assicurati di risolvere con carboidrati complessi e proteine ​​magre; i carboidrati complessi promuovono il rilascio prolungato di energia, mentre le proteine ​​magre aiutano a rafforzare i livelli di attenzione.

Pensa a cracker integrali, uno yogurt greco, frutta (fresca o secca), mix di frutti o verdure crude con hummus.

 

18:00               Esci

Il giorno lavorativo è finito, quindi lascia il lavoro al momento giusto; se sarai stato produttivo (salvo eccezioni) non sarà necessario rimanere di più.

Ora è il momento di iniziare a rilassarsi, il che significa qualcosa di diverso per ciascuno di noi.

Se non ti piacciono gli allenamenti mattutini, puoi facilmente andare in palestra o fare una lunga passeggiata con il tuo cane. Anche la socializzazione è un grande relax: non la chiamano “happy hour” per niente.

Tutto ciò che serve per uscire dallo spazio di lavoro, abbraccialo, devi staccare.

Il lavoro deve rimanere al lavoro!

 

19:00               Cena

Accomodati per cena e non fare troppo tardi; lasciamo le abitudini iberiche agli spagnoli!

È meglio mangiare almeno tre ore prima di andare a dormire, altrimenti digerirai quando dovresti dormire. Evitare cibi ricchi di grassi e ad alto contenuto di carboidrati a favore di alimenti che ti aiuteranno a riposare, come salmone, cereali integrali, yogurt e banane.

Potresti sentirti sonnolento dopo aver consumato una pizza super farcita o un super hamburger, ma un “coma alimentare” irrequieto non può sostituire il sonno di qualità.

Inoltre, non bere troppo, per tutti i motivi che già conosci.

 

21:00               Rilassati

Meditazione, un bagno caldo, una tazza di tè per dormire o semplicemente un buon libro sono tutti modi rilassanti per prepararsi al sonno.

Una maratona di documentari-omicidio o una lettura dell’ultimo minuto dei fogli di Excel di domani?

No, meglio di no.

La luce blu emessa dai tuoi apparecchi elettronici, anche se non percepibile, dice al cervello di interrompere la produzione di melatonina (una sostanza chimica naturale che induce il sonno) e distrugge i ritmi circadiani, quindi fai altro.

Se non riesci a staccarti dai tuoi device, prova a utilizzare un’app o l’ impostazione integrata in smartphone, tablet e portatili per abbassare la luce e renderla “più calda”.

 

22.00               Vai a dormire

Lo stress quotidiano può ancora impedire il sonno, indipendentemente da quanto si lavori per tenerlo lontano durante la notte.

Tuttavia, ci sono piccoli trucchi che possono aiutarti a dormire rapidamente.

Soprattutto, non pensare a dormire, solo a respirare.

 

All’inizio, potresti essere in grado di compiere solo uno o due di questi passaggi al giorno, va già benissimo!

Una volta che gradualmente incorporerai abitudini salutari nella tua routine, la tua giornata inizierà a migliorare notevolmente e non sarà più un problema affrontarla con slancio!

 

Permanent link to this article: http://www.unmillimetro.com/crescita/migliorare-se-stessi/

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.