Stato di flusso, la condizione ottimale per il lavoro, ma come raggiungerlo?

stato di flusso

Lo stato di flusso è lo stato umano più produttivo possibile. È la zona della prestazione cognitiva ottimale. Ma come si può ottenere questo stato di flusso, a comando o quasi e per più tempo possibile? Continua a leggere e scoprirai trucchi ed accortezze che ti potrebbero essere d’aiuto.

 

Cos’è (dal punto di vista scientifico) lo stato di flusso?

Durante il flusso, entriamo nello stato delle onde cerebrali Alpha/Theta, elaboriamo le informazioni più profondamente e produciamo il nostro miglior lavoro possibile. Lo stato di flusso viene anche chiamato “essere nella zona” o “iperfocus”.

“Durante il flusso, le capacità mentali e fisiche superano il tetto e il cervello acquisisce più informazioni al secondo, elaborandole più profondamente”.

Steven Kotler

Non una leggenda, visto che questa condizione è stata misurata e certificata da uno studio famoso. McKinsey (una delle più prestigiose aziende in ambito lavoro e produttività) ha infatti misurato per 10 anni il lavoro dei dirigenti, ottenendo numeri che comprovano la sensazione di essere più produttivo. Si sono registrati infatti incrementi di produttività fino al 400%!

Questa percentuale sta ad indicare che potresti lavorare ogni giorno solo due ore in uno stato di flusso ed ottenere ciò che una persona normale raggiunge nelle canoniche otto ore!

Vale la pena continuare a leggere, vero?

Leggi tutto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: