Cambiare é necessario, ma quali sono le fasi del cambiamento?

Lo abbiamo detto mille volte, rimanere fermi significa perdere posizioni… e questo é il miglior caso in cui ti puoi trovare. Se invece la tua condizione é addirittura negativa, allora cambiare é necessario.

“Abbiamo sempre due scelte nella vita: accettarla così com’è o accettare la responsabilità del cambiamento.”

Denis Waitley.

Cambiare é essenziale se vogliamo migliorare ed accrescerci giorno dopo giorno. Un azione che passa normalmente attraverso 7 fasi prima di divenire consolidata. Quali sono questi sette passaggi?

Se davvero vogliamo cambiare, dobbiamo innanzitutto essere consapevoli che ci troviamo di fronte ad un processo che richiederà tempo, dedizione e sforzo. Quello che dovremo tenere ben presente é che, si, é vero che “chi ben inizia é a metà dell’opera” ma é anche vero che ciò che troveremo non sarà una crescita graduale ed esponenziale, ma probabilmente un percorso, che almeno nella fase iniziale ricorderà un pò i saliscendi tipici dei nostri Appennini, qualcosa tipo questo:

Stadi del "cambiare"
Voler cambiare significa essere pronti ad affrontare un percorso che non è propriamente lineare…

 

Cambiare e stadi del cambiamento

Se davvero decidiamo di cambiare, in qualsiasi ambito noi decidiamo di farlo, ci troveremo di fronte ad un percorso misto, che inizia solitamente con una discesa (Sì, non hai letto male) e termina con una salita.

Ma quali sono le fasi del cambiamento?

 

Fase 1, o Start

Questa fase é la più semplice e più pericolosa. Siamo stanchi della situazione attuale, pronti per il cambiamento ed abbiamo tantissima motivazione per farlo. Partiamo a bomba (hai pensato al primo dell’anno? Esatto, questo é uno dei casi più comuni) ma poi, dopo poche ore, giorni o settimane iniziamo a mollare, trasgrediamo una volta, poi due, per abbandonare definitivamente.

Molti percorsi di cambio terminano qua, non riescono proprio nemmeno a partire.

 

Fase 2, lo Shock

O ti distrugge o ti rivitalizza. Può arrivare subito dopo la fase 0 o un pò più avanti nel tempo, ma se hai davvero voglia di cambiare prima o poi arriva. Si tratta del momento in cui decidi di ripartire, quello in cui prendi atto che la motivazione da sola non é niente e che dovrai creare un sistema se vorrai che il cambiamento continui e diventi definitivo.

 

Fase 3, i primi risultati

Il tuo impegno ti permetterà di ottenere i primi risultati immediati tangibili; tutto sembra andare nella giusta direzione, “sì, é valsa davvero la pena di cambiare!”

 

Fase 4, lo stallo ed il disinnamoramento

Prima o poi arrivi a dun punto in cui i miglioramenti non ti sembrano avvenire più, oppure vanno ad una velocità che in confronto un bradipo é Usain Bolt. Siamo nella fase 4, quella della consapevolezza.

Cambiare é difficile.

 

Fase 5, il fondo

Cambiare é difficile e ormai ne sei pienamente consapevole. Hai raggiunto il fondo, quindi sta solo a te decidere se é arrivato il momento di rimbalzare, se vuoi comportarti da sogliola per adagiarti lì o se (non so quale delle due opzioni sia peggio) iniziare addirittura a scavare. Qua é dove si scoprirà veramente se davvero vuoi conseguire o no il tuo obiettivo.

Se hai deciso di continuare e persistere, ti si spalancheranno le porte della fase 6.

 

Fase 6. la risalita

La potremmo anche chiamare fase della vera consapevolezza o dell’illuminazione. Hai davvero deciso di crescere in un determinato ambito, hai capito che non lo puoi fare solo con la motivazione e che ci vorrà tempo, ma che ne vale la pena. Qua inizia la fase di cambiamento che rimarrà nel tempo. Ottimo lavoro continua così!

 

Fase 7, consolidamento.

“E mò, chi t’ammazza?” Sei consapevole, hai visto i risultati, hai “imparato”. Il gioco inizia davvero a valere la candela. Lo sforzo é sempre minore pur mantenendo i risultati, visto che hai imparato ad ottimizzare il tuo percorso di crescita. Si può dire che stai viaggiando “con un filo di gas”, sembra incredibile, ma hai convinto anche il tuo cervello rettiliano!

 

Fase 8, integrazione.

Il percorso di crescita ha raggiunto alti livelli ed é ormai consolidato, la nuova abitudine si é ormai radicata.

Hai raggiunto ciò che desideravi ed ormai hai metabolizzato la crescita.

Congratulazioni! Ora celebra il cambiamento avvenuto e ricomincia questa avventura incrementando il tuo obiettivo o dedicandoti ad un altra area della tua vita.

“Il cambiamento è duro all’inizio, incasinato nel mezzo e glorioso alla fine.”

Robin Sharma.

Piaciuto? Pensi possa interessare a qualcuno? Allora condividilo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: