Dieta digitale, riduci la dipendenza tecnologica ed ottieni ciò che vuoi

dieta digitale

Magari è emerso durante le tue risoluzioni per il nuovo anno o fa parte di uno dei nostri obiettivi di miglioramento, spesso, il tema “dieta digitale” si intreccia con le nostre vite ed i nostri obiettivi.

Non mi sentirai mai demonizzare la tecnologia (che come ogni altra evoluzione ha più aspetti postivi che negativi), ma quando il troppo é troppo, diventa necessario agire!

In questo post ti spegherò quindi perchè il tuo smartphone é così “appiccicoso” e come scollartene. Cosa ti stai perdendo non ho bisogno di dirtelo in quanto, cambia per ciascuno di noi.

Pronto a tornare indipendente partendo con una bella dieta digitale?

Non mi vedrai mai demonizzare la tecnologia. Adoro l’innovazione tecnologia e le possibilità che ci dà l’avere in tasca un dispositivo più piccolo di un libro.

Però, come per ogni cosa, anche per quanto riguarda smartphone, tablet etc. il troppo stroppia.

“Non sei fatto per una vita di consumo passivo. Sei fatto per qualcosa di meglio.

Non si tratta di eliminare la tecnologia dalla tua vita. Si tratta di imparare a usarla e non a farsi usare.

Si tratta di dare la priorità allo stile di vita, ai valori e agli obiettivi desiderati e non lasciare più che i tuoi dispositivi danneggino le tue relazioni e la chiarezza mentale.

 

Ecco quindi 10 semplici abitudini che puoi iniziare subito per iniziare il processo di dieta digitale.

Ma come per ogni cosa, non puoi migliorare ciò che non misuri, quindi, scarica un app per capire quanto tempo passi sul tuo smartphone. Ne trovi a bizzeffe, tra cui tantissime gratuite (Se hai Android prova StayFree).

Pronto per i magnifici 10? Eccoli!

# 1. Scegli una zona di casa tua in cui la tecnologia é bandita

Stabilire dei limiti territoriali ti aiuterà a ridurre il consumo di tecnologia. Tra le varie stanze di casa, il mio consiglio è quello della camera da letto. In questa stanza la tecnologai dovrebbe essere permessa solo per la sveglia, eventuali telefonate o per leggere (ma meglio il Kindle o similari di uno schermo da smartphone/tablet).

Scegliere la camera da letto ti permetterà anche di andare a letto prima e dormire meglio (in quanto ridurrai l’esposizione ai raggi UV, che possono procurare insonnia). Abolire la tecnologia in questa stanza ti potrebbe aiutare anche ad implementare le tue abitudini di lettura per una nuova passione di sicuro valore.

 

#2. Mettici di mezzo un ostacolo

A volte ci troviamo con lo smartphone in mano per abitudine. Basta infatti un secondo di attesa o un attimo di noia ed eccolo lì. Ma se lo stesso fosse più difficile da raggiungere e non ne valesse la pena? Ecco perché dovresti valutare l’inserimento di password un pò più complicate del solito o una collocazione meno immediata.

 

#3. Fai un giorno detox

Prova a scegliere un giorno alla settimana o almeno un periodo continuativo di qualche ora in cui staccare completamente dalla tecnologia. Potrebbe essere un momento che passi con la tua famiglia o iuna camminata della natura. Le occasioni si trovano o si creano, se davvero lo vuoi. Anche per questo punto, non stiamo creando un dogma infrangibile, regolati quindi in base ai tuoi impegni ed al tuo lavoro per stabilire questo momento.

 

#4. Evita il multitasking

Sì, il multitasking in un modo o nell’altro si infila sempre! Il concetto in questo caso è di dedicarsi ad una cosa sola alla volta. Vuoi controllare il feed di Facebook? Perfetto, datti un tempo per farlo, poi fai solo quello! Stai lavorando o leggendo? Stessa cosa!

 

#5. Torna ad usare il cervello

Se hai un figlio in età “scuola elementare” questo punto ti sarà chiarissimo. “Perché devo imparare le operazioni quando posso usare la calcolatrice?”.

La tecnologia ci rende pigri. In molte occasioni, possiamo fare affidamento sui nostri dispositivi per fare il lavoro per noi invece di pensare da soli. Ma puoi mantenere il tuo cervello giovane e in forma mettendolo in funzione.

Memorizza i compleanni della persona amata invece di fare affidamento sulle notifiche di Facebook. Studia il tuo percorso prima di uscire di casa invece di consultare Google Maps ad ogni angolo. Fai semplici calcoli nella tua testa o scrivili su carta invece di aprire l’app calcolatrice del tuo telefono.

Non solo ti renderà meno dipendente dai tuoi dispositivi, ma le attività cerebrali stimoleranno anche nuove connessioni tra le cellule nervose e aiuteranno a sviluppare una “plasticità” neurologica più forte.

dieta digitale
dieta digitale

#6. Rendi il relax di nuovo rilassante

Negli ultimi anni, molte, troppe volte abbiamo abbinato la parola relax ai social media, ai vidoe di Youtube o ad una partitina ad un gioco online. In realtà non é che queste attività siano però così rilassanti…

Stai sperimentando più stimoli e sovraccarico di informazioni del solito, facendoti sentire più svuotato e mentalmente affaticato.

Rendi il relax di nuovo rilassante. Leggi un libro. Crea qualcosa. Muovi il tuo corpo. Pulisci la tua casa. Vedi un amico. Cucina un pasto sano. Crea un puzzle. Chiacchera con qualcuno. Fai una partita a carte.

 

#7. Inizia una sfida di lettura

La gamification sta pervadendo la nostre vite. Perché non usarla quindi a nostro vantaggio? Stabilisci un obiettivo di lettura settimanale o mensile, da solo o con qualcuno. Definisci un premio ed una punizione nel caso l’obiettivo venga raggiunto o mancato.

Questo ti porterà a leggere di più ed inevitabilmente a ridurre il tempo che dedicherai ai dispositivi tecnologici.

 

#8. Pianifica i tuoi momenti “di libertà”.

Come per la dieta vera, anche per la dieta digitale devi avere momenti di libertà. Come per la dieta vera pianificali e goditeli senza rimorso. Vedrai che saranno ancora più gustosi del solito!

 

#9. Disinstalla quell’app!

Se non usi Facebook, Twitter o altri social network di questo tipo per “business” rimuovi la loro app dal tuo smartphone. Stabilisci di accedere solo tramite il browser web; la “fatica aggiuntiva” ti farà desistere in molti casi.

 

# 10. Aspetta un minuto

“Riempiamo le nostre giornate con una connessione continua, negando a noi stessi il tempo per pensare e sognare”.

— Sherry Turkle

Come società, siamo diventati ossessionati dall’efficienza. Riempiamo ogni momento del nostro tempo libero facendo qualcosa sui nostri telefoni.

Ma non appena aspetti e non fai nulla, è allora che tutto arriva. Pensieri. Sentimenti. Senti l’odore di qualcosa. Vedi qualcosa. Noti qualcosa. Il tuo cervello entra in uno stato diverso.

Esercitati ad aspettare semplicemente fino all’arrivo dell’autobus, fino al tuo turno alla cassa, fino a quando il semaforo diventa verde o la pasta cuoce. Aspetta solo un minuto finché il tuo amico non entra nel ristorante, finché il tuo partner non torna a casa o il tuo caffè è pronto.

Allenati a lasciare il telefono in tasca (o a casa) e apriti al tuo ambiente. Apriti alla vita.

 

Dieta digitale, conclusioni

L’elevato ed eccessivo uso dei nostri smartphone è un tema che interessa tutte le categorie di persone indipendentemente (o quasi) dalla loro età, stato sociale o origine.

Siamo attratti dallo smartphone e dalle sue notifiche per noia, botte di dopamina ed altri fattori superflui (anche in questo caso é lui, il cervello rettiliano, il colpevole!).

Così superflui che se ci fermiamo a ragionare (magari sul lungo periodo, come ad esempio un ottica a cinque anni), scopriamo che gli stessi sono inutili.

Quindi, perché non ci provi già oggi?

 

Come avrai capito, sono un vero appassionato di crescita personale e miglioramento, quindi non mi pesa scrivere questi articoli e non lo considero un peso o un lavoro. Però come tutti adoro le gratificazioni e soddisfazioni; quindi, se qualcosa di questo post o sito ti è piaciuto ti chiedo di condividerlo, niente di più. Grazie in anticipo!

1 pensiero su “Dieta digitale, riduci la dipendenza tecnologica ed ottieni ciò che vuoi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.