Aspetti positivi: insegna il tuo cervello a trovarli, la tua felicità ne beneficerà

C’è poco da dire, ci dividiamo tra ottimisti e pessimisti, ma visceralmente, tendiamo a vedere in misura maggiore le cose negative rispetto agli aspetti positivi delle situazioni. Il nostro cervello elabora circa 60000 pensieri al giorno, praticamente uno al secondo. Non tutti sono pensieri nuovi, molti sono visti e rivisti, ma la cosa peggiore è che almeno l’80% degli stessi sono negativi.

In questi pensieri ridondanti tiriamo fuori il peggio: negatività, giudizi, delusione, frustrazione, paura, ristagno, infelicità.

Una percentuale che come quella ben più famosa di Pareto non è un singolo ma una serie. Infatti, lo psicologo Martin Seligman, promotore della cosiddetta psicologia positiva, afferma nel suo libro “Felicità autentica ” che per ogni cento articoli che parlano di tristezza, solo uno viene pubblicato sulla felicità. Una proporzione simile a quanto accade con le notizie mostrate dalla maggior parte dei media. Se possiamo fare poco per quanto riguarda i media (a parte ignorarli) e le ricerche scientifiche, possiamo fare molto invece per quanto riguarda la nostra felicità e gli aspetti positivi che dovremmo coltivare per il nostro benessere e stato d’animo.

Il concetto, spiegato in maniera semplice, è quello di evidenziare gli aspetti positivi, al fine di accrescere la percentuale di positività nei nostri pensieri e di riflesso nella nostra stessa vita.

 

Il modello FOAR per sviluppare gli Aspetti Positivi

Una nuova matrice, da poco introdotta in ambito psicologico sulla base dei contributi del professor David Cooperrider della Case Western University negli Stati Uniti e di molti altri luminari, la quale ci porta ad analizzare i punti di vista positivi, quelli che rafforzano la nostra vita.

Il modello FOAR consiste nella revisione dei propri punti di Forza, Opportunità, Aspirazioni e Risultati.

 

Eccoli qua, uno ad uno:

 

Forza, punti di

La base di tutto, ciò che è già in tuo possesso. Sono semplicemente gli attrezzi “metaforici” che sono già nella tua cassetta degli attrezzi cerebrale. Tutti noi abbiamo dei punti di forza, alcuni di cui siamo consapevoli, altri meno. Dobbiamo solo riuscire ad identificarli e scoprirli. Le cose che ci piace fare, quelle che ci fanno sentire bene, le virtù e le abilità che le altre persone ci riconoscono. Trova i tuoi punti di forza, non essere “modesto”, ci sono sicuramente delle cose che sai fare bene, identificale e lavoraci sopra.

 

Opportunità

Ora che hai trovato dei punti di forza, delle perfette colonne su cui iniziare ad edificare il tuo capolavoro, dovrai iniziare a collegarli tra loro e ad estenderli. Parti dai punto che hai identificato nel passo precedente e cerca di amplificarla e migliorarli giorno dopo giorno. Un Millimetro alla volta lavora sugli stessi, sia dal punto di vista interno (convinzione, crescita) sia da quello esterno (opportunità, connessioni, interazioni). In questo punto dovrai espandere ed estendere te stesos oltre alla tua zona di confort, giorno dopo giorno per allargarla sempre di più.

Aspetti positivi per la tua vita
Aspetti positivi per la tua vita

Aspirazioni

Aspirazioni e possibilità.

Solo perché ancora non è tangibile, non vuol dire che non sia raggiungibile.

La possibilità nasce dall’apertura interna e dalla predisposizione affinché accadano cose buone. Tutto ciò a cui aspiri, sogni, desideri scoprire e desideri ottenere, può trovare una via di realizzazione attraverso le opportunità che stai visualizzando, non importa quanto lontane possano sembrare al momento.

Sì, lo so fa molto “The Secret” (il cui concetto depurato da tutto il marketing e la fuffa non è male..) ma qua non si tratta solo di aspirare e pensare ardentemente a qualcosa per vederselo consegnato. Babbo Natale a volte porta ciò che vuoi, ma fino ai 10-12 anni di età. Passato quell’età oltre a desiderare ardentemente qualcosa, dovrai agire per avvicinarlo a te.

Ecco perchè va benissimo stabilire gli obiettivi che vogliamo raggiungere. Va ancora meglio scriverli da qualche parte. Ma poi dovrai leggere gli stessi ogni giorno, più volte al giorno. Non perchè questo li attirerà di più verso di te, ma perché inconsciamente accrescerà le tue aspirazioni e ti mostrerà le possibilità di fronte a te.

Pensaci, ti sarà già capitato… Decidi di cambiare macchina e stai pensando al modello X della casa produttrice Y; dal giorno dopo sembra che tutti possiedano quel modello, ne vedi sempre di più ad ogni angolo. No non è una complicata e costosa strategia di marketing; ci sono sempre state, ma semplicemente non le avevi notate. Ora che invece il tuo mirino é puntato in quella direzione, eccole!

 

Risultati

Ecco il passaggio finale, dove tutto confluisce. Unisci i primi tre punti, shakera bene ed ecco qua il risultato.

Questa è la conseguenza finale delle azioni che hai intrapreso per raggiungere l’obiettivo. È l’effetto concreto di un evento attivato nel tempo.

In questo punto le aspirazioni diventano indicatori; è qua la zona in cui i punti vengono misurati ed analizzati. Quindi definizione degli obiettivi, goal intermedi, tempistiche, in poche parole la stesura del percorso vero e proprio.

Per ottenere i risultati, è necessario redigere il piano d’azione, stabilire obiettivi utilizzando metodologie specifiche, sviluppare la strategia, determinare i responsabili e il tempo in cui questo punto verrà raggiunto e misurare i progressi parziali.zzarli.

Disciplina, chiarezza e focalizzazione permanente, correzione delle deviazioni, saranno strumenti indispensabili per raggiungere questo obiettivo.

 

Conclusioni su il metodo FOAR per l’accrescimento degli aspetti positivi

Tenendo conto della struttura del modello FOAR, sarai in grado di migliorare gli aspetti che ti aiuteranno ad andare avanti, e sorgeranno possibilità che forse non sono state prese in considerazione dai modelli di crescita tradizionali (come ad esempio lo SWOT a cui questo modello ovviamente si inspira).

L’invito è ad osservare, sempre e permanentemente, gli aspetti positivi e contributivi in ​​tutte le situazioni. Cosa succederà se lo fai? Modificherai positivamente il tuo modello mentale, rivolgendoti a uno focalizzato direttamente su ciò che ti avvicina ai risultati che vuoi ottenere, in un modo più vincente, rispetto a quel vecchio schema di concentrarti su ciò che ti manca o sugli ostacoli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: